Colonnine di ricarica elettrica, come funzionano?

Le auto elettriche inquinano di meno rispetto a quelle a combustione e stazioni e colonnine di ricarica sono i loro “punti di rifornimento”.

Oggi, questi ultimi sono in aumento a seguito del boom d’immatricolazioni di veicoli a elettricità.

Scopriamo come e perché l’ambiente ne beneficia e quali sono gli obiettivi dell’UE in proposito.

Lotta all’inquinamento atmosferico, una priorità per l’Europa

Il Parlamento Europeo ha legiferato sullo stop di auto a benzina, ibride o diesel per tutti i 27 paesi membri.

Il perché è presto detto. I gas di scarico delle auto a benzina e diesel si aggiungono alla piaga dell’inquinamento atmosferico, che ogni anno produce una media di 30mila decessi solo in Italia a causa del particolato fine che è pari al 7% di tutte le morti (Dati: progetto CCM VIIAS – https://www.salute.gov.it/).

L’abbattimento delle emissioni C02 per le auto, dal 2035, dovrà essere del 100%.

Saranno ammessi sostanzialmente solo quei motori che non producono anidride carbonica, come i motori elettrici.

Perché le stazioni di ricarica elettriche fanno bene all’ambiente

Le emissioni delle auto elettriche sono più basse di quelle a benzina. Assicurano un carbon footprint (impronta ecologica sul pianeta) tra il 20 -27% in meno rispetto ai veicoli a combustione.

Lo rilevano le analisi del Green NCAP* sul Life Cycle Assesment – ciclo di vita del veicolo – (LCA) delle auto a benzina, diesel e ibride e sul loro impatto nei processi di produzione. (Dati www.altroconsumo.it)

Il progetto green NCAP è un programma europeo di valutazione dell’impatto ambientale dei veicoli sul ciclo di vita (Life Cycle Assessment).

Nell’impronta ecologica si studiano non solo le emissioni ma anche l’impatto del veicolo dalla sua produzione alla demolizione (compresa l’estrazione delle materie prime) e la carbon footprint esprime l’impatto sul riscaldamento globale ovvero le emissioni di gas serra.

I test effettuati dicono, dunque, che le auto elettriche impattano di meno sull’ambiente in termini di gas serra rispetto ai tradizionali veicoli a combustione, fino a un 30% in meno.

L’alimentazione resta il punto di forza delle vetture elettriche perché proviene da fonti rinnovabili.

L’aspetto più rilevante, parlando di veicoli elettrici, riguarda le stazioni o colonnine di ricarica la cui diffusione dovrà intensificarsi nei prossimi anni per garantire una copertura sufficiente alle immatricolazioni di nuove “vetture green”.

Chiedici informazioni per l’installazione delle colonnine elettriche

    Chiedi informazioni e ti contatteremo





    Punti di ricarica elettrici in Italia: un gap da colmare entro il 2030

    I punti di ricarica in Italia rappresentano la nota dolente della situazione.

    Sono, infatti, più bassi rispetto a quelli europei a dispetto di un’immatricolazione di veicoli elettrici superiore alla media.

    Per allinearsi col target sarà quindi necessario avere almeno 6,8 milioni di stazioni di ricarica entro il 2030 (ricerca effettuata per conto dell’Acea, Associazione Costruttori Europei di Automobili).

    Stazioni di ricarica adeguate alla crescita dei veicoli elettrici

    Per attuare questo piano bisognerebbe istallare una media di 14mila punti di ricarica la settimana, oltre sette volte quelli attuali (circa 2000).

    L’Italia, con circa 30.704 colonnine elettriche istallate (Dati: E-Motus) e le 21.400 previste dal Pnrr entro il 2025 non tiene comunque il passo con l’andamento del mercato visto l’aumento del +128% di veicoli elettrici immatricolati nel 2021.

    Gap elevato anche per i “charging point” pubblici a livello mondiale con un rapporto di 1 a 9,2 (analisi Bloomberg Nef) rispetto alle vetture elettriche in circolazione; divario destinato ad aumentare nei prossimi anni.

    Si stima, infine, un tasso di crescita di 1 veicolo elettrico ogni 3 secondi con un raggiungimento di 26,4 vetture entro fine anno.

    IL ruolo di Fastbrain per colmare il gap dei charging point

    L’incremento fino a 10 volte delle vendite di auto elettriche in Unione Europea negli ultimi 5 anni, ha reso necessaria un’infrastruttura capillare basata sulla ricarica rapida e accessibile.

    In più, oltre la metà degli e-driver in Europa (+51%) ha scelto ormai di ricaricare l’auto elettrica con la propria wall box domestica.

    Fastbrain sulla scia delle politiche attuate Green Deal Europeo o Patto Verde, (volto ad accelerare la transizione ecologica) offre il suo contributo alla transizione ecologica, partecipando con entusiasmo ed elevata professionalità, attivandosi con l’istallazione di stazioni di ricarica elettriche sicure, efficienti e personalizzabili.

    Consapevole del ritardo italiano riguardo la scarsa diffusione delle colonnine di ricarica, l’azienda ha implementato la creazione di punti di ricarica diffusi sul territorio, dal design minimal e adatto ad ogni contesto.

    Le colonnine di ricarica e Wallbox Fastbrain

    Le colonnine di ricarica sono ideate cominciando dal quadro generale, con linea dedicata, protetta da interruttore di protezione da sovraccarico e cortocircuito associato a un salvavita dedicato (per abitazioni domestiche consiste in una linea composta da 3 conduttori, fase, neutro e terra protetta da un interruttore dedicato). Dotate di un’interfaccia semplice e adatta a tutti e un software gestionale in grado di ripartire i costi energetici in base ai consumi, sono indicate per l’installazione in aree private, ambienti condominiali, parcheggi di strutture alberghiere, centri commerciali o aziendali. Questo lavoro è eseguito da un elettricista certificato perché la modifica del quadro elettrico e l’installazione di una nuova linea richiedono la dichiarazione di conformità che può essere emessa solo da personale abilitato. Per un’installazione corretta è necessario che l’impianto di alimentazione del punto di ricarica sia conforme alla normativa vigente e certificato da un professionista abilitato. Tutti i progetti d’installazione di stazioni di ricarica e per auto elettriche e Wallbox domestiche sono diversi. Ecco il motivo per cui solo dopo un sopralluogo dei nostri tecnici possiamo fornire un preventivo dettagliato e la soluzione più adatta alle Vostre necessità, in base al tipo di installazione da realizzare e in base alla colonnina di ricarica. Il centro di assistenza dedicato offrirà sia una manutenzione preventiva sia un controllo su richiesta con un primo check up da remoto per verificare e risolvere tutte le problematiche.

    Fastbrain offre una larga selezione di prodotti ai migliori prezzi

    Elettronica di consumo, dispositivi audio come cuffie e auricolari, TV, Notebook, stampanti, tablet, hardware informatici come RAM, schede madri, HDD e SDD e molto altro.

    L’area B2B è riservata alle aziende e alle partite iva, i prezzi che troverai all’interno dell’area sono scontati e riservati ai clienti business.

    Iscriviti all’area B2B

    Nello Store troverai una selezioni delle migliori marche e i prezzi più competitivi del mercato.

    accedi allo store

      Chiedi informazioni e ti contatteremo





      Perché scegliere Fastbrain

      Fastbrain Engineering S.r.l. Certified Partner dei principali Player tecnologici, tra cui Brother, Lenovo, Synology, Graetz, SiComupter offre soluzioni d’acquisto personalizzate e adatte alle esigenze dei professionisti. Offre, inoltre, assistenza pre e post vendita, noleggio operativo incluso.

      Siamo un interlocutore centrale nella distribuzione wholesale ICT e uno dei principali operatori su tutto il territorio nazionale nel mercato della distribuzione di prodotti informatici e tecnologici. Caratteristica fondamentale e vantaggio competitivo è la selezione dei brand di spicco e dei prodotti di punta delle categorie merceologiche più richieste.

      Info: info@fastbrain.it | Tel 011.0376.054

      Contattaci per una consulenza gratuita